CronacaAncora un naufragio nel Canale di Sicilia: è strage

Ancora un naufragio nel Canale di Sicilia: è strage

Naufragio di un barcone carico di migranti nel Canale di Sicilia. Fonti locali parlano di almeno 700 morti. Secondo le prime informazioni, pare che l'imbarcazione, stracolma di persone, si sia ribaltata e poi affondata. Poco prima aveva dato, inutilmente, l'allarme e un mercantile si era diretto in zona, a circa 60 miglia nord dalla Libia. Proprio l'equipaggio del mercantile, che ha assistito alla tragedia, ha tratto in salvo 28 persone. Tgcom24...

19/04/2015 di <"Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

CronacaMazara del Vallo, rientrato il peschereccio Airone

Mazara del Vallo, rientrato il peschereccio Airone
Poco dopo la mezzanotte è approdato al molo Uno del porto nuovo di Mazara del Vallo il peschereccio Airone, con sette uomini d'equipaggio a bordo, sfuggito a un tentativo di sequestro a una trentina di miglia dalle coste libiche la mattina di venerdì scorso. L'equipaggio è stato condotto alla capitaneria di porto per essere interrogato dai pubblici ministero della procura di Marsala, che sulla vicenda del sequestro lampo ha aperto un'indagine. L'imbarcazione è stata accolta da un nutrito gruppo di mazaresi, presenti anche le mogli del comandante Giuseppe Figuccia del capo tecnico Mario Salvato, che in un primo momento erano rimaste fuori dai cancelli presidiati dalle forze dell'ordine. Presenti anche il vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero, mentre al sindaco Nicola Cristaldi è stato consentito di entrare insieme ai familiari. Poco prima il sindaco aveva lamentato le condizioni del porto "rimasto al buio perché la Regione siciliana...

CronacaTorino si ferma, grande attesa per l'ostensione della Sacra Sindone

Torino si ferma, grande attesa per l'ostensione della Sacra Sindone
Grande attesa a Torino per l'ostensione della Sacra Sindone, il sudario che avrebbe avvolto, secondo i fedeli, il corpo di Cristo dopo la crocifissione. Imponenti anche le misure di sicurezza, dopo che l'evento è finito in cima alle preoccupazioni dell'intelligence nazionale insieme all'Expo di Milano. Ogni giorno saranno cinquecento gli uomini chiamati a vegliare sulla Sindone, tra polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili urbani. In mattinata la solenne concelebrazione eucaristica in Cattedrale, presieduta dall'arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, con i vescovi del Piemonte, apre ufficialmente l'ostensione 2015. Sul sagrato, in piazza San Giovanni, sono stati allestiti dei maxi-schermi per consentire a tutti di seguire la Messa, trasmessa in diretta. Tra i giorni più attesi il 14 maggio, con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. E il 21 giugno, con Papa Francesco e i giovani di tutti gli oratori per i Duecento anni della nascita di...

PoliticaExpo, l'ambizione di Renzi: puntiamo a vendere 20 milioni di biglietti

Expo, l'ambizione di Renzi: puntiamo  a vendere 20 milioni di biglietti

"Expo può e deve essere una grandissima opportunità. Puntiamo a vendere 20 milioni di biglietti". Lo ha detto il premier Matteo Renzi in visita a Pompei. "La cultura è l'anima di un Paese e l'Italia è in questo una superpotenza", ha poi spiegato. Per il premier "riprendersi Pompei è dire che cosa è l'Italia che cambia". "Gigantesca opportunità di cambiamento" - "Expo è una grandissima occasione per cambiare l'impostazione e l'approccio dell'Italia. Una gigantesca opportunità per tornare a fare l'Italia, perché il mondo globale chiede Italia. E se in questi anni l'Italia ha perso il treno della globalizzazione non e' motivo per non mettersi a correre. Qualsiasi giorno di ritardo ci sia stato, è un'ottima ragione per correre più veloce", ha poi sottolineato. Sala: 10 mln di biglietti prima di apertura - Prima dell'apertura di Expo saranno stati venduti "circa 10 milioni di biglietti". Lo ha detto il...

18/04/2015 di "Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

CronacaCristiani gettati in mare, gli immigrati interrogati si difendono: "Sono caduti per la ressa"

Cristiani gettati in mare, gli immigrati interrogati si difendono: "Sono caduti per la ressa"

Proseguono nel carcere Pagliarelli di Palermo gli interrogatori dei profughi musulmani fermati due giorni fa con l'accusa di omicidio plurimo aggravato per avere gettato in mare, durante la traversata dalla Libia alla Sicilia, dodici cristiani, dopo una lite per motivi religiosi. Ieri pomeriggio il gip del Tribunale di Palermo Guglielmo Nicastro ha ascoltato i primi otto arrestati. Due si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, mentre altri sei hanno respinto le accuse. Oggi verranno sentiti dal gip gli altri sei musulmani. Nel corso degli interrogatori di ieri, a cui era presente anche il pm Renza Cescon, che indaga sulla vicenda con il coordinamento del Procuratore aggiunto, Maurizio Scalia, i sei profughi hanno raccontato che i cristiani sono caduti in mare accidentalmente "a causa della ressa sul gommone". Ma ad accusarli ci sono le testimonianze di altri cristiani che, al loro arrivo a Palermo, hanno raccontato tutto agli investigatori. Gli uomini...

18/04/2015 di <"Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

PoliticaPompei, Renzi incontra i lavoratori della Whirlpool: "Parlerò con i vertici"

Pompei, Renzi incontra i lavoratori della Whirlpool: "Parlerò con i vertici"

Già da lunedì prossimo il presidente del Consiglio Matteo Renzi sentirà i vertici della Whirlpool in merito alla chiusura dello stabilimento di Carinaro, in provincia di Caserta. Lo ha assicurato lo stesso premier ai sindacati e a una delegazione di lavoratori del sito casertano, incontrati dal premier negli uffici della Soprintendenza di Pompei dove si trova per una tappa del tour "Expo delle idee". Al suo arrivo in Soprintendenza, Renzi ha incontrato, tra gli altri, anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.   

adnkronos

18/04/2015 di "Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

CronacaFisco, sequestrati aereo e Ferrari

Fisco, sequestrati aereo e Ferrari

La guardia di finanza ha prelevato beni per un valore di un milione e 200mila euro per evasione ad un avvocato palermitano

La guardia di finanza ha sequestrato beni per un valore di un milione e 200mila euro per evasione fiscale ad un avvocato palermitano. Posto sotto sequestro anche un aereo ultraleggero ed una Ferrari d'epoca modello "Dino 246GT" del 1972 del valore commerciale di oltre 350mila euro. L'evasione è stata scoperta incrociando i dati del numero di cause seguite con i redditi dichiarati. Tra i beni sequestrati anche 7 fabbricati, 28 terreni e disponibilità. In particolare i finanzieri, partendo dall'analisi dei compensi pagati ai professionisti palermitani intervenuti per tutelare i propri clienti in occasione di incidenti stradali, hanno individuato un avvocato che aveva trattato un numero elevato di casi, da cui erano scaturiti rimborsi per importi elevati. L’incrocio di questi dati con i redditi dichiarati ha fatto nascere il dubbio che il professionista non avesse inserito nella dichiarazione tutti i compensi incassati e questo è stato confermato dalle...

18/04/2015 di <"Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

EconomiaDraghi: "Misure Bce efficaci"

Draghi: "Misure Bce efficaci"

"Ci sono prove chiare che le nostre misure sono efficaci". Lo afferma il presidente della Bce, Mario Draghi, riferendosi al quantitative easing e agli altri strumenti messi in campo dalla Banca centrale europea. Draghi parla di un "miglioramento considerevole delle condizioni finanziarie e dei prestiti per imprese e famiglie, con un aumento della domanda di credito".   tgcom24...

18/04/2015 di "Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

CronacaTribunale di Milano, ecco le foto di Giardiello in fuga dopo la strage

Tribunale di Milano, ecco le foto di Giardiello in fuga dopo la strage

La trasmissione di Retequattro, "Quarto Grado", ha mostrato le immagini esclusive di Claudio Giardiello in sella allo scooter con il quale si è dato alla fuga lo scorso 9 aprile 2015, dopo aver sparato e ucciso tre persone nel Tribunale di Milano. Grazie a queste immagini, provenienti dalle telecamere di sicurezza della polizia stradale, l'uomo è stato identificato a Brugherio. L'avvistamento ha poi permesso la cattura del killer.   Tgcom24...

18/04/2015 di <"Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

EconomiaNtv, accordo raggiunto: ritirati i licenziamenti per 246 dipendenti

Ntv, accordo raggiunto: ritirati i licenziamenti per 246 dipendenti

Si sblocca la vertenza Ntv. E' stato trovato infatti un accordo tra i sindacati e l'azienda: quest'ultima ritirerà la procedura di licenziamento collettivo avviata nei confronti di 246 dipendenti su un organico di 935 mentre in cambio sarà applicata la solidarietà al 21% medio lordo. E' quanto emerso al termine dell'incontro durato oltre 9 ore. Il 10 aprile era stato indetto il primo sciopero della storia di Ntv. In una nota del gruppo si legge che "dopo la firma, le parti si sono impegnate a ritirare da una parte la messa in mobilità e dall'altra ogni forma di protesta". Ntv, in seguito al confronto con le forze sindacali avvenuto in mattinata, ha siglato due documenti. "Il primo evidenzia il costo del lavoro e la redditività attesa dell'azienda per i prossimi cinque anni. Il secondo documento è relativo al contratto di solidarietà per i prossimi due anni al 21% medio lordo". Infine, "l'azienda ha programmato con le organizzazioni...

18/04/2015 di "Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

MondoMatteo Renzi alla Casa Bianca: "Basta austeritá, Usa siamo modello per l'Europa"

Matteo Renzi alla Casa Bianca: "Basta austeritá, Usa siamo modello per l'Europa"

"L'esperienza della crescita americana è un modello per l'Europa". Lo ha detto il premier Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa con il presidente statunitense Barack Obama. "Occorre una nuova stagione di crescita ed investimenti. Nel 2014 abbiamo iniziato ma c'è molto da fare. La leadership americana è un punto di riferimento", ha aggiunto. Negli Stati Uniti "in questi sette anni si è ridotta ridotta la disoccupazione ed è aumentato il Pil. In Europa è aumentata la disoccupazione e si è ridotto il Pil. In Europa qualcosa non ha funzionato. Per questo l'economia Usa deve essere un modello per l'economia europea", ha aggiunto il premier italiano. "Sull'austerity credo che sia importante dire che dobbiamo tenere in ordine i conti ma anche che il modo migliore di uscirne è scommettere sulla crescita. L'Europa basata sull'austerity non va da nessuna parte", ha detto Renzi, riproponendo la stessa ricetta presentata...

18/04/2015 di <"Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

MondoEbola, Oms: epidemia non è finita

Ebola, Oms: epidemia non è finita

Il numero di casi di Ebola "continua a diminuire e le zone di trasmissione si stanno riducendo", ma "l'epidemia non è ancora finita e richiede continuo impegno e fondi per arrivare a zero casi". Lo ha detto il portavoce della Organizzazione mondiale della Sanità, Gregory Hartl, dopo le affermazioni del fondatore di Emergency Gino Strada, che invece parlava, salvo episodi isolati, di epidemia conclusa.     Tgcom24...

17/04/2015 di "Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

CronacaLibia, sequestrato un peschereccio italiano con sette marinai

Libia, sequestrato un peschereccio italiano con sette marinai

Il peschereccio di Mazara del Vallo "Airone", con 7 marinai a bordo, di cui 3 siciliani e 4 tunisini, è stato sequestrato a circa 30 miglia dalla costa libica da una motovedetta di militari di Tripoli. Ne ha dato notizia Giovanni Tumbiolo, presidente del Distretto per la pesca Cosvap. La Farnesina ha preso contatto con la guardia costiera.   Tgcom24...

17/04/2015 di <"Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

CronacaDIA: MAXI SEQUESTRO AD IMPRENDITORE DEL SIRACUSANO

DIA: MAXI SEQUESTRO AD IMPRENDITORE DEL SIRACUSANO

CATANIA - La Direzione investigativa antimafia di Catania ha eseguito un decreto di sequestro di beni emesso dalla sezione penale del Tribunale di Siracusa su richiesta della Dda di Catania, nei confronti di Francesco Pasqua, 55 anni, di Augusta (Siracusa). L'uomo e' un imprenditore che opera nel settore del movimento terra e del trasporto merci conto terzi.   (PRIMAPRESS)...

17/04/2015 di "Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

PoliticaRenzi: "Italia per troppo tempo bella addormentata, noi qui per dare indirizzo al futuro"

Renzi: "Italia per troppo tempo bella addormentata, noi qui per dare indirizzo al futuro"

L'Italia "per troppo tempo è stata la bella addormentata nel bosco, come se il meglio fosse già accaduto e potessimo vivere il nostro presente solo sognando il grande passato. Ma noi siamo qui per svegliare la bella addormentata, per dare un indirizzo al futuro". Lo scrive il premier Matteo Renzi su Facebook, riproponendo il discorso tenuto davanti agli studenti della Georgetown university, ai quali ha più volte ripetuto che "il futuro è più importante del passato". "L'Italia è tornata - scandisce - il mondo ha fame dell'Italia e chiede la nostra bellezza, noi possiamo essere il luogo del futuro che piace al mondo". Quindi Renzi conclude citando Bob Kennedy: "Il futuro non è un dono, è una conquista, noi siamo pronti". "La nuova legge elettorale è già realtà e sarà approvata nelle prossime settimane", ribadisce il premier, parlando agli studenti, ai quali ricorda che "in Italia, prima si fanno le...

17/04/2015 di <"Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

CronacaProfughi cristiani gettati in mare, la Procura chiede la convalida dei fermi

Profughi cristiani gettati in mare, la Procura chiede la convalida dei fermi

Tra oggi e domani il procuratore capo di Palermo, Francesco Lo Voi chiederà al gip del Tribunale la convalida del fermo dei quattordici immigrati che, secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, durante la traversata dalla Libia alla Sicilia avrebbero gettato in mare dodici profughi cristiani. Un quindicesimo immigrato arrestato è ancora minorenne ed è di competenza della Procura dei minori. Ieri pomeriggio, il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha firmato con urgenza l'autorizzazione a procedere, chiesta dalla Procura di Palermo subito dopo il fermo. Il provvedimento era necessario perché la tragedia è avvenuta in acque internazionali. La lite, come hanno raccontato tra le lacrime gli altri profughi che si trovavano a bordo del gommone, sarebbe scoppiata per motivi religiosi. Sembra che un gruppo di musulmani, dopo avere visto pregare i cristiani li abbiano minacciati affermando che "l'unico Dio da pregare è Allah". Dalle parole si...

17/04/2015 di "Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

CronacaRissa su barcone, 12 cristiani gettati in mare per motivi religiosi: 15 fermi a Palermo

Rissa su barcone, 12 cristiani gettati in mare per motivi religiosi: 15 fermi a Palermo

Quindici migranti musulmani, sbarcati nei giorni scorsi a Palermo, sono stati fermati dalla Squadra mobile con l'accusa di aver gettato in mare 12 profughi cristiani durante la traversata per raggiungere l'Italia. All'origine dell'ennesima tragedia nel canale di Sicilia ci sarebbe una lite finita in rissa tra un gruppo di musulmani e uno di cristiani. Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha firmato la richiesta di arresto per i 15 immigrati. L'intervento di Orlando si è reso necessario, come prevede la legge, perché i fatti sono accaduti in acque internazionali. E' stato il procuratore capo di Palermo, Francesco Lo Voi a inoltrare la richiesta al ministro. "E' un fatto terribile. Se davvero dovesse essere una lite scoppiata per motivi religiosi la causa della tragedia avvenuta nel canale di Sicilia sarebbe ancora più brutto nella tragicità dei fatti, perché getterebbe una luce particolare sulla pericolosità di certi arrivi", ha...

17/04/2015 di <"Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

MondoCurdi, video propaganda contro l'Isis: online la bimba cecchina spietata

Curdi, video propaganda contro l'Isis: online la bimba cecchina spietata

Dopo i video dell'Isis con bimbi impegnati nelle esecuzioni di "infedeli" ecco arrivare quelli della propaganda curda. E' stato infatti diffuso in Rete un video in cui si vede una bambina curda di 5 o 6 anni sparare con una mitragliatrice, gridando "uccidi, uccidi". Poi, rispondendo alle domande di un uomo, la piccola dice di avere già ucciso 400 jihadisti dell'Isis. Il video, diffuso dal sito del "Daily Mail", si intitola "una bambina dell'Ypg mentre spara". Ypg è la sigla delle milizie curde siriane che si battono contro l'Isis nel Nord del Paese. Quelle che hanno anche resistito agli oltre quattro mesi di assedio dello Stato islamico alla città di Kobane. Nel filmato si vede la bimba dietro a una mitragliatrice più grande di lei, con sullo sfondo di un paesaggio semidesertico. La voce di un uomo le chiede a chi spara. Lei risponde, dopo una qualche incertezza: "Ai Daesh". Usando quindi l'acronimo arabo di Isis, usato nei Paesi arabi per indicare lo...

17/04/2015 di "Redazione D1"> ... Leggi Condividi la notizia su Facebook

Primo Piano

Ultimi Video